cena per due

Da : | 0 Commenti | On : gennaio 19, 2015 | Categoria : Personal Chef

UNA CENA ROMANTICA

sorpresa per lei…

…………………………..

Che cosa c’è di meglio di quando si rientra a casa e trovare un’atmosfera romantica che ci rinvigorisce dopo una giornata estenuante di lavoro?

Beh magari la sera di San Valentino?

Immaginate luci soffuse, candele accese, fiori sul tavolo, musica di sottofondo e, lui tirato a lucido e vestito di tutto punto che vi accoglie con una floute di champagne.

Beh, penserete: “ la serata promette bene “.

Mentre vi accomodate al tavolo, lui sfreccia in cucina per poi uscire con un vassoio di crouditè di crostacei, visto che si dice che siano afrodisiaci.

Il profumo e il colore dei frutti di mare invogliano non solo a mangiare…

E…tra champagne, musica e goloserie varie, la serata va avanti fino a quando le candele non si spegneranno e, al mattina ci sarà da riordinare prima di iniziare la solita routine, ma il ricordo della serata passata insieme alla persona amata vi sarà rimasta nel cuore.

Ma tutto questo lo potete mettere in atto a San Valentino, occasione da non sottovalutare…

…………………………….

LA LEGGENDA:

Il tentativo della chiesa cattolica di porre fine al rito popolare per la fertilità all’origine di questa festa degli innamorati.

Così la chiesa cercò di sostituire il santo degli innamorati per sostituirlo con Valenitino, un vescovo martirizzato circa due secoli prima.

A Roma il vescovo Valentino di Interamna, amico dei giovani amanti, fu invitato dall’imperatore pazzo Claudio II e questi tentò di persuaderlo ad interrompere questa strana iniziativa e a convertirsi nuovamente al paganesimo.

San Valentino, con dignità, rifiutò di rinunciare alla sua Fede e, imprudentemente, tentò di convertire Claudio II al Cristianesimo.

Il 24 febbraio, 270, San Valentino fu lapidato e poi decapitato.

La storia inoltre sostiene che mentre Valentino era in prigione in attesa dell’esecuzione, sia “caduto” nell’amore per la figlia cieca del guardiano e che con la sua fede avesse restituito la vista alla fanciulla e che, in seguito, le avesse firmato il seguente messaggio d’addio: “dal vostro Valentino,” una frase che visse lungamente anche dopo la morte del suo autore.

Share This Post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Ads