FOOD STYLIST

Da : | 0 Commenti | On : aprile 28, 2014 | Categoria : Food Stylist

Peperoni sui tre terzi

che ruolo ricopre?

Beh,il compito del food stylist è quello di rendere il piatto più bello possibile come fosse un quadro, un’opera d’arte e

far venire l’acquolina in bocca a chi lo guarda, riuscendo a trasmettere odori e sapori.

Sicuaramente qualcuno si, ma altri no si saranno soffermati ad osservare con attenzione l’eleganza, la forma, la leggerezza e il colore di ciò che cuciniamo.

Beh, se non l’avete fatto, fatelo e vi renderete conto che maneggiamo ogni giorno vere opere d’arte della natura.

Anche la pietanza più semplice può diventare un quadro; tutto età nell’attenzione e nel tempo che le si dedica.

Dipende tutto anche dalla composizione, dall’abbinamento di colori, delle forme e dalla scelta del piatto di portata.

La partenza di tutto dipende dalla domanda che ci poniamo all’inizio: ” a chi è destinato il piatto?

Iniziamo, intanto ad avere tra le mani gli attrezzi giusti, perché uno stesso prodotto tagliato in un modo o nell’altro, non avrà sicuramente lo stesso aspetto…perchè è proprio di aspetto che si parla.

Abbiamo detto che il nostro piatto dovrà assomigliare ad un quadro e quindi occupiamoci della composizione che ha, comunque delle regole, le stesse della pittura e della fotografia.

La prima regola dice che il punto di partenza è la linea di orizzonte, la quale detta il movimento della composizione.

Basta pensare che un elemento posato al centro del piatto rende la composizione statica,

Peperoni al centro

Peperoni al centro

mentre se lo mettiamo sui tre terzi il piatto risulterà dinamico,

Peperoni sui tre terzi

Peperoni sui tre terzi

ma non bisogna esagerare con le linee geometriche perché altrimenti risulterà ugualmente statica.

Un’ altra regola è quella delle proporzioni, dove tutti gli elementi dovranno trovare un equilibrio tra di loro:  un elemento più grande andrà al centro della composizione per non emergere sugli altri, ma se userete più elementi di uguale misura, ricordate di metterli in fila come soldatini, in modo ripetitivo magari in un piatto stretto e lungo.

L’ultima regola, ma non la meno importante è quella che parla dell’equilibrio dei colori.

Se i colori sono accesi, ricordate di eseguire la composizione su fondo scuro e viceversa.

Il contrasto del colore è, infatti, il punto focale per un risultato ottimale.

…quindi…sfogo alla vostra fantasia…

Share This Post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Ads